Visti e lavoro

I visti possono essere divisi generalmente in due categorie: una per lavori a tempo determinato, l’altra per l’emigrazione definitiva. Con riferimento alla prima categoria, troviamo un visto per lavoro qualificato (Skilled Visa) e uno rivolto ai giovani (Working Holiday Maker Visa) senza esperienze specifiche.

La Skilled Visa punta esclusivamente alle figure mancanti: con questo visto la persona è sponsorizzata da parte di una azienda e in caso positivo viene assunta per un periodo fino a quattro anni. Esiste una banca dati per persone qualificate che può essere presa in visione dalle aziende in cerca di un determinato profilo.

La Skilled Visa punta esclusivamente alle figure mancanti: con questo visto la persona è sponsorizzata da parte di una azienda e in caso positivo viene assunta per un periodo fino a quattro anni. Esiste una banca dati per persone qualificate che può essere presa in visione dalle aziende in cerca di un determinato profilo.
L’altra strada è quella di ricevere il visto ed entrare al fine di trovare lavoro direttamente in Australia. L’importante è non farsi troppe illusioni. Come detto prima, l’Australia applica un sistema rigido nella concessione dei visti: solo chi possiede un curriculum qualifico con almeno 2 anni di esperienza (con le rispettive certificazioni sul percorso formativo), una buona conoscenza dell’inglese e un’età inferiore ai 45 anni, rientra tra coloro che l’Australia prende in considerazione.

Il Working Holiday Maker Visa, invece, consente ai cittadini italiani tra i 18 e i 30 anni di trascorrere un anno in Australia, avendo come obiettivo fondamentale quello di fare una vacanza ma potendo anche, nello stesso periodo, frequentare una scuola per non più di quattro mesi e svolgere lavori di tre mesi al massimo per ogni posto (quindi si potrebbe, all’estremo, lavorare per tutto l’anno ma solo continuando a cambiare datore di lavoro). Nuove disposizioni introdotte recentemente permettono anche di rimanere per più mesi presso lo stesso datore di lavoro e di chiedere una estensione del visto per altri 12 mesi: questo concede ai lavoratori qualificati più tempo per raggiungere lo standard professionale australiano ed aumentare così le probabilità di trovare un lavoro per più anni nel proprio settore oppure per fare domanda per emigrare definitivamente down under; il costo della richiesta è di 120 Euro.

Working Holiday Visa

Per effettuare la domanda il metodo più semplice è online sul sito del Governo australiano https://www.immi.gov.au (vedi Working Holiday Visa e successivamente Apply On Line).
In genere si riceve il visto e una lettera di conferma nella casella e-mail in 24 ore, la si stampa e si è pronti per andare in Australia. Il timbro verrà applicato al passaporto una volta sbarcati in Australia (procedura da fare presso gli uffici del DIMIA, il dipartimento dell’immigrazione o presso l’aeroporto di Sydney). È richiesto un livello di comprensione dell’inglese tale da poter comprendere la procedura, totalmente scritta in inglese.

Indirizzi utili:
www.italy.embassy.gov.au → Ambasciata australiana in Italia
https://www.immi.gov.auDepartment of Immigration & Multicultural Affairs
www.wep-italia.org → Agenzia che si occupa di soggiorni studio-lavoro in Australia
https://www.facebook.com/www.australiaitalia.it → Sito Facebook dell’associazione Australia Italia con informazioni su lavoro, studio, volontariato e affari in Australia.