Le attività agricole hanno carattere stagionale da 10 a 30 giorni annuali, si richiedono soprattutto persone agili per seminare, raccogliere, tagliare, selezionare e imballare. La raccolta della frutta e della verdura, la vendemmia, l’organizzazione delle raccolte e la loro conservazione, il fieno le messi, la trasformazione del prodotto agro – alimentare rappresentano un’opportunità di lavoro0 che non è stabile e permanente, costituisce una possibilità di guadagno oltre alla significativa esperienza lavorativa. I viticoltori hanno bisogno di migliaia di giovani per la vendemmia, propongono dei lavori quali: tagliatori d’uva, portatori e svuotatori, ecc. La stagione della vendemmia comincia verso il 15 settembre, inizio ottobre e a volte più tardi, a seconda delle stagioni, ogni campo di vendemmia dura circa tre settimane, la enumerazione si bassa sul salario minimo SMIC (6,21 Euro lordi all’ora). In genere, vitto e alloggio sono garantiti (però con una trattenuta sullo stipendio).

Per lavorare in agricoltura non viene richiesta alcuna qualifica particolare, almeno per ciò che concerne il lavoro di raccolta, per la guida di macchine agricole o per compiti specifici come: il taglio, l’esperienza nel settore costituisce titolo preferenziale. Le opportunità non sono molte, perché spesso si utilizza manodopera locale e confermare gli assunti delle passate stagioni.

Alcuni siti utili sono: Per il Trentino Alto Adige i grandi consorsi come la LA TRENTINA(www.latrentina.it) o la SANT’ORSOLA (www.santorsola.it) che utilizzano molta manodopera stagionale all’interno delle loro cooperative ma con personale fisso e residente nella zona, si può mandare la domanda allegata di CV direttamente presso le Aziende del lavoro Locale.

AGENZIA DEL LAVORO DI TRENTO E CENTRO PER L’IMPIEGO: Tel  0461 496018 – 496189

I lavori agricoli sono faticosi fisicamente e che le giornate di lavoro sono lunghe e necessitano quindi di una buona resistenza fisica. Il lavoro agricolo si svolge all’aperto con qualsiasi condizione meteorologica (vento, pioggia, sole o neve), le giornate iniziano per tutte le raccolte il mattino presto. Negli ultimi anni questo lavoro è svolto in prevalenza da personale straniero, extracomunitario che spesso viene reclutato in campi di accoglienza o tramite strutture ecclesiastiche.

I vari tipi di coltivazioni si differenziano in base alla stagione e quindi i periodi di raccolta variano, ecco i vari periodi di raccolta per le zone di produzione agricola in Italia:

  • Raccolta fiori (tutto l’anno)
  • Raccolta mele e pere (fine agosto – ottobre): Piemonte, Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli -Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana. Per il Trentino inviare richiesta a: Agenzia del Lavoro sezione di Cles,via Martini  28, 38023 (TN) , Tel. 0463/421372 (in genere le aziende mettono a disposizione l’alloggio).
  • Vendemmia, (settembre – ottobre): Piemonte, Trentino- Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia    Romagna, Toscana soprattutto.
  • Raccolta olive, (novembre – dicembre); Toscana, Umbria, Italia meridionale e insulare.
  • Raccolta ciliegie (fine maggio – giugno); Emilia- Romagna (provincia di Modena).
  • Raccolta pomodori e cipolle (luglio – settembre), Veneto, Emilia-Romagna, Campania, Puglia.
  • Raccolta di fragole, (aprile nelle  serre e da maggio a luglio): Piemonte (giugno- luglio), Emilia-Romagna (maggio).
  • Raccolta pesche (luglio – agosto): Piemonte, Emilia –Romagna, Campania.
  • Raccolta ortaggi (primavera / estate): Veneto, Emilia-Romagna.
  • Campagna saccarifera (da fine luglio a settembre/ottobre): Emilia-Romagna.

COSA FARE ?

Per cercare lavoro in questo settore è utile rivolgersi alle associazioni agricoltori della zona e alle singole aziende agricole, reperibili attraverso gli elenchi telefonici, o presentandosi di persona nelle varie aziende agricole. Non è possibile fornire l’indirizzo delle aziende presso le quali andare a “colpo sicuro” per trovare lavoro, per un agricoltore è difficile stabilire esattamente di quanta manodopera avrà bisogno al momento della raccolta a causa della variabilità della produzione, delle condizioni climatiche, ecc. Quindi:

Consultare i giornali di annunci economici.
Per esempio le “Pagine gialle” alla voce “Aziende Agricole”. Le pagine gialle sono consultabili anche attraverso Internet: www.paginegialle.it .

Consultare La Guida delle Regioni.
La guida raccoglie i recapiti di consorzi, cooperative e associazioni tra i produttori agricoli ed è disponibili presso alcuni Informagiovani. Inoltre, sempre contattando gli Informagiovani delle località presso le quali si desidera lavorare, è possibile trovare indicazioni più approfondite sul loro territorio.

Contattare le Associazioni di categoria delle imprese agricole.

Contattare le Agenzie di Lavoro interinale locali.

Contattare i Centri per l’impiego (ex uffici di collocamento) o Agenzie Regionali per l’impiego.

DOCUMENTI NECESSARI
Chi intende lavorare in agricoltura deve iscriversi nelle liste presso la Sezione Circoscrizionale per l’Impiego (ex ufficio di collocamento) in agricoltura della propria zona. Chi si iscrive nelle liste agricole ha la possibilità di lavorare nei seguenti ambiti : immagazzinaggio, raccolta, cernita, potatura, carrista, ecc. L’iscrizione è indispensabile per ottenere un’assunzione regolare, anche per pochi giorni, inoltre non c’è nessun impedimento all’iscrizione anche se si è studenti e si vuole lavorare solo per un breve periodo.

I documenti richiesti per l’iscrizione sono:

  • Libretto di lavoro (vedi capitolo introduttivo).
  • Stato di famiglia in carta semplice (è possibile l’autocertificazione).
  • Codice fiscale proprio e del capo famiglia.
  • Fotocopia autentica del titolo di studio ( è possibile l’autocertificazione, ma il titolo deve essere presentato comunque entro 30 giorni dall’iscrizione. L’autentica del titolo può essere richiesta presso la Sezione Circoscrizionale stessa).

ATTENZIONE ! Domanda di precedenza: I lavoratori stagionali per essere riassunti presso la stessa ditta, con la stessa qualifica, devono presentare domanda di precedenza entro tre mesi dalla data di licenziamento.

Libretto sanitario: Coloro che sono addetti alla manipolazione delle sostanze alimentari devono essere in possesso del libretto sanitario in corso di validità. E’ consigliabile quindi anche per chi lavora in agricoltura, e in particolare per le cernitici, richiedere il libretto sanitario all’Ufficio d’Igiene presso l’Azienda Asl di residenza prima dell’eventuale assunzione.

Anzianità di servizio: Chi lavora meno di quattro mesi nell’arco dell’anno solare o meno di 20 ore settimanali non perde l’anzianità di iscrizione. Si consiglia di recarsi alla Sezione Circoscrizionale per l’Impiego appena terminato il contratto stagionale per ritirare il tesserino rosa, presentare, se interessati, la domanda di precedenza ed informarsi sulla possibilità di richiedere l’indennità di disoccupazione

LA  RETRIBUZIONE:

Per i lavoratori avviati per la prima volta alle operazioni di raccolta la paga oraria lorda è di circa 6 Euro mentre per i lavoratori con precedenti di lavoro nelle operazioni di raccolta la paga oraria lorda è di circa 8 Euro.

L’ INDENNITA’ DI DISOCCUPAZIONE IN AGRICOLTURA:

E’ un sussidio economico che ricevono per un certo periodo i lavoratori disoccupati con determinati requisiti. Ne esistono di diversi tipi, che si differenziano per i requisiti richiesti, per la % della retribuzione cui si ha diritto e la durata massima di riscossione dell’indennità. L’indennità viene erogata dall’Inps di competenza per la propria zona entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello cui si riferisce l’indennità.

Disoccupazione ordinaria in agricoltura, requisiti:

  • Iscrizione negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli per l’anno cui si riferisce l’indennità ovvero la presentazione di lavoro agricolo a tempo indeterminato.
  • Almeno due anni di assicurazione contro la disoccupazione involontaria.
  • 102 giorni di lavoro nel biennio costituito dall’anno cui si riferisce l’indennità spetta ugualmente purché il lavoratore, in aggiunta agli altri requisiti, abbia svolto , nell’anno a cui si riferisce la domanda, lavoro dipendente almeno per 78 giornate. (disoccupazione ordinaria con requisiti ridotti).

A cosa si ha diritto:

  • Al 30% della retribuzione (calcolata su una retribuzione convenzionale), solo per gli operai a tempo indeterminato è calcolata sulla retribuzione effettivamente percepita.
  • Per tanti giorni quelli lavorati.

Disoccupazione speciale in agricoltura, requisiti:

  • Iscrizione negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli per l’anno cui si riferisce l’indennità ovvero la prestazione di lavoro agricolo a tempo indeterminato.
  • Almeno due anni di assicurazione contro la disoccupazione involontaria.
  • 102 giorni di lavoro nel biennio costituito dall’anno cui si riferisce l’indennità e dall’anno precedente.
  • Aver lavorato a tempo determinato nell’anno cui si riferisce la prestazione.
  • 151 giornate come lavoratore dipendente ovvero iscrizione negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli per un numero di giornate comprese tra 101 e 150 nell’anno cui si riferisce la prestazione.

A cosa si ha diritto:

  • Al 66% della retri9buzione media convenzionale per i lavoratori con almeno 151 giornate come dipendente.
  • Al 40% della retribuzione media convenzionale agli iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli per un numero di giornate comprese tra 101 e 150.
  • Per 90 giorni (al massimo).

MAGAZZINI  ORTOFRUTTICOLI:

I magazzini ortofrutticoli sono luoghi nei quali la frutta viene “lavorata” per essere poi messa in commercio. La richiesta di manodopera è concentrata nei mesi di luglio, agosto e settembre e riguarda soprattutto lavoratori in possesso della qualifica di cernitore / cernitrice di  frutta, carrelista e alzacasse. Per svolgere la mansione di alzacasse non occorre una particolare specializzazione o esperienza, ma una buona volontà e prestanza fisica, dal momento che chi è adibito a tale lavoro deve sollevare a mano per otto, nove ore al giorno, casse di frutta del peso di 10/16 Kg.

Siti utili per lavorare nel settore agricolo:

www.agricolturabiologica.com  : Sito dedicato alle aziende agricole biologiche.

www.agricolturaoggi.com : Si occupa di tutto ciò che si riferisce al settore agricolo.

www.politicheagricole.it : Sito del Ministero delle politiche agricole e forestali.

www.agriportal.it: Consulenza on-line su tutto ciò che riguarda l’agricoltura.

www.confagricoltura.it: Sito della più antica organizzazione agricola Italiana.

www.melinda.it: Consorzio leader nella produzione e distribuzione di mele e comprende 16 cooperative operanti nelle Valli di Non e di Sole.

www.cia.it : Confederazione Italiana Agricoltori.

www.monsanto.it : Multinazionale che si occupa della lavorazione dei semi di mais.

Per quanto riguarda la possibilità di trovare lavoro presso aziende agricole italiane, presso i centri Informagiovani e le Agenzie per l’impiego normalmente si trova una guida che raccoglie indirizzi ed indicazioni utili.
L’elenco completo degli Informagiovani, contattabili anche via e-mail lo trovi nel sitowww.comune.torino.it/informagiovani

A titolo orientativo eccovi l’elenco di attività che offrono la possibilità di trovare un’occupazione con relativi luoghi e periodi.

RACCOLTA AGRUMI
Puglia: il Metapontino – novembre-febbraio

RACCOLTA CARCIOFI
Puglia: San ferdinando, Trinitapoli, Cerignola – settembre-aprile

RACCOLTA CILIEGIE
Emilia Romagna, nella zona di Vignola (Mo)Puglia: tutta la provincia di Foggia; Alta Murgia – maggio-giugno

RACCOLTA FIORI
Liguria e Toscana – tutto l’anno

RACCOLTA FRAGOLE
Emilia Romagna – maggio
Piemonte, Borgo San Dalmazzo (Cn) – giugno-luglio

RACCOLTA MELE E PERE E KIWI
Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Veneto – agosto, settembre e ottobre
Provincia di Cuneo – settembre-novembre

RACCOLTA PESCHE
Piemonte, Fossano, Saluzzo (Cn) – luglio, agosto

RACCOLTA PESCHE, ALBICOCCHE, SUSINE
Puglia (Canosa; Loconia Cerignola, Trinitalpoli) – maggio, giugno

RACCOLTA OLIVE
Toscana, Umbria, Italia meridionale e insulare – novembre e dicembre
Puglia: tutta la provincia di Bari, tranne la Murgia, il Salento – novembre-gennaio

RACCOLTA ORTAGGI
Emilia Romagna (zona di Modena) – da primavera a tardo autunno
Puglia, il Metapontino -maggio-settembre
Veneto – da novembre a marzo

RACCOLTA POMODORI E CIPOLLE
Campania, Emilia Romagna, Puglia e Veneto – da giugno a settembre

RACCOLTA POMODORI
Puglia: Barletta, Corato, Ruvo di Puglia, Bisceglie, Trani, Locorotondo, Alberobello – da giugno a settembre

RACCOLTA UVA DA TAVOLA (acinellatura)
Puglia: Bisceglie, Trani, Adelfia, Barletta, Rutigliano, palagiano, Grottaglie – giugno, luglio

RACCOLTA UVA DA TAVOLA (raccolta)
Puglia: Bisceglie, Trani, Adelfia, Barletta, Rutigliano, palagiano, Grottaglie – agosto, settembre

VENDEMMIA UVA DA VINO
La Vendemmia ha luogo generalmente da metà settembre fin verso la seconda metà di ottobre, ma è consigliabile iniziare a cercare il lavoro 20-30 giorni prima della Vendemmia !
Piemonte, Toscana, Marche, Emilia Romagna, Veneto e Lombardia.Provincia di Pavia (Stradella, Broni), di Brescia, di Reggio Emilia, Trentino (Val Lagarina, Rovereto, Val di Non). In Piemonte è possibile rivolgersi agli Uffici di Collocamento di: Alba e Bra (Cn), Asti, Canelli e Nizza Monferrato (At), e all’Unione Provinciale Agricoltori e Coldiretti di Asti.

Lavoro in agricoltura nel FVG

UFFICI PERIFERICI DELL’AGENZIA REGIONALE PER L’IMPIEGO NEL F.V.G.
Sito Internet www.regione.fvg.it  alla voce “lavoro”

Puoi anche consultare in Internet nel sito www.portogruaro2000.it , il Cercalavoro, un settimanale on-line che raccoglie le offerte di lavoro del Friuli Venezia Giulia e del Veneto orientale. Il Cercalavoro viene aggiornato ogni martedì.
Per  le offerte di lavoro nel Friuli Venezia Giulia puoi anche consultare i siti:
www.comune.monfalcone.go.it
http://www.cervignanodelfriuli.net/on-line/Home.html
http://www.provincia.udine.it/lavoro/offertedilavoro/Pages/default.aspx

www.cividale.com
e il settimanale di annunci economici di Udine, www.labancarella.it

http://opps.provincia.gorizia.it/provgo/opps/index.php?folder_id=35

www.ialweb.it/offerte_lavoro.asp

www.ilmercatino.it

Puoi consultare i seguenti siti per trovare le offerte di lavoro stagionale relative alle Regioni e città indicate:

RIMINI E RICCIONE
http://www.riminimpiego.it/

RAVENNA
www.lavoro.ra.it

CESENA
http://www.provincia.forli-cesena.it/lavoro/

ECOLOGISTI IN FATTORIA E NEI PARCHI:

L’associazione internazionale WWOOF (Working Weekends on Organic Farms) offre esperienze lavorative in fattorie con possibilità di sperimentarsi per un periodo breve, medio o lungo come volontari ,svolgendo un lavoro a tempo pieno.
I volontari vengono inseriti nel contesto familiare vivendo così a stretto contatto con gli ospiti ricevendo in cambio del proprio lavoro vitto e alloggio.

vedi allegato: >Ecologisti in fattoria e nei parchi.