Al di là dell’immagine comune come regno della cioccolata, degli orologi e del formaggio, la Svizzera offre tutti gli ingredienti per una collocazione professionale. Paese di commercio e di transito, la Confederazione Elvetica (CH) è aperta al mondo. Situata al centro dell’Europa, la Svizzera trae profitto da una collocazione geografica privilegiata e da una volontaria neutralità. Non è, tuttavia, un paese insipido. Mostra una varietà di paesaggi seducenti (soprattutto montuosi) e riunisce cittadini di origine e carattere assai differenti. Su una popolazione di 7,6 milioni di abitanti, si contano circa 1,5 milioni di stranieri. Composta di 26 cantoni e 2900 comuni, la Svizzera è un gigantesco puzzle, uno Stato federale dove ciascuna regione possiede le proprie peculiarità e i propri costumi.

Vero luogo di incontri linguistici, la Svizzera conta quattro lingue nazionali: il tedesco, il francese, l’italiano e il romancio. Di fatto la conoscenza della lingua tedesca è indispensabile nella zona tedesca dell’Est, che concentra i ¾ della ricchezza del paese. Parlare la lingua di Goethe è un punto in più, poiché il 70% della popolazione la usa, contro il 20% del francese e il 10% delle altre. Alti livelli retributivi, ambienti di lavoro spesso internazionali (a Ginevra quasi il 40% dei lavoratori è straniero) ed un elevato standard di qualità della vita (le città elvetiche si piazzano quasi sempre ai primi posti delle classifiche europee e mondiali sul benessere e la qualità della vita) fanno della Svizzera una meta molto ambita per chi cerca lavoro. La presenza di importanti uffici delle Nazioni Unite, di numerose Organizzazioni Non Governative, della Croce Rossa Internazionale, della FIFA, dell’UEFA e di un settore bancario forte (il 35% del patrimonio privato e istituzionale è gestito in Svizzera) aumenta notevolmente l’attrattiva di questo piccolo paese, orgoglioso della sua autonomia e del suo sviluppo al di fuori dell’Unione Europea. Ma le opportunità di lavoro non si esauriscono qui. La Svizzera dispone di numerosi settori che sono all’avanguardia in termini di tecnologia, ricerca, infrastrutture e ospitalità. Con queste premesse va da sé che la Svizzera costituisce una destinazione ideale per tutti quelli che cercano un’esperienza internazionale di rilievo, in ambienti discreti e non così stressanti come si potrebbe credere.

Il mercato del lavoro

Anche la Svizzera ha dovuto fare i conti con la crisi mondiale esplosa nella secondo metà del 2008. La crisi ha messo in forte tensione il pilastro cruciale dell’economia, cioè le banche e le assicurazioni, oltre che il settore delle esportazioni. Nonostante questo, la Svizzera beneficia oggi di un tasso di disoccupazione nettamente inferiore a quello degli altri paesi europei che guardano con grande indivia a questa isola felice nel cuore dell’Europa. La sempre robusta richiesta interna ha evitato le strage che altri paesi hanno dovuto subire e subiscono ancora. Una particolarità che testimonia la solidità del mercato del lavoro in generale è il fatto che il lavoro temporaneo non rappresenta che l’1% della popolazione attiva.

Disoccupazione in maggio 2010

Secondo i dati della Segreteria di Stato dell’economia SECO, alla fine di maggio 2010 il tasso di disoccupazione è diminuito dal 4,0% nel mese di aprile 2010 al 3,8%. Anche la disoccupazione giovanile con il 5% si attesta ad un livello da invidia visto da fuori. C’è però da dire che ancora molte aziende sfruttano gli ammortizzatori sociali come la cassa integrazione evitando così il licenziamento. Il ricorso sta diminuendo di mese in mese, ma restano come dappertutto le incertezze nella crescita regolare. Analizzando la distribuzione regionale della disoccupazione, si osserva che il tasso di disoccupazione è aumentato maggiormente nei Cantoni Neuchâtel e Giura, colpiti dalla crisi dell’industria dell’orologeria. Il divario tra la Svizzera latina e la Svizzera tedesca cresce. Nella Svizzera occidentale e nel Canton Ticino è disoccupato adesso il 6,0% della popolazione attiva, rispetto al 3,8% nella Svizzera tedesca. Il tasso di disoccupazione della popolazione straniera (7,2%) è più del doppio di quello della popolazione svizzera (3,1%). Non godendo delle stesse riserve di manodopera che altrove in Europa, le imprese svizzere cominciano però a soffrire di nuovo della mancanza di personale qualificato in determinati settori. L’assunzione di lavoratori stranieri è da sempre l’uso comune. I lavoratori stranieri sono aumentati negli ultimi 10 anni: oggi sono più di 1,5 milioni e costituiscono il 20%della popolazione. Di conseguenza la Svizzera è una destinazione ideale per tutti quelli che vogliono dare aria nuova alla propria carriera.

Zurigo

Zurigo e il suo hinterland (Greater Zurich Area) sono la locomotiva dell’economia svizzera. Circa 1,5 milioni di occupati lavorano in oltre 150.000 imprese e producono

un Pil pro capite di 65.000 franchi svizzeri. Guardando il tasso di disoccupazione attuale del 3,5-4,0%, si capisce subito perché questa parte d’Europa è quella

dove maggiormente si richiede personale qualificato proveniente dal resto del continente. In relazione alla qualità della vita, in quasi tutte le graduatorie mondiali Zurigo raggiunge il primo posto. Una natura intatta, fiumi, laghi e montagne nelle vicinanze e un’ampia offerta culturale: sono i motivi per questo piazzamento. L’eccellente sistema formativo si traduce, a livello universitario, in 40.000 studenti.

Il personale qualificato è attratto in particolare dagli ottimi stipendi e dalle tasse basse (ca. 10% fino a 100.000 CHF). La presenza di stranieri raggiunge il 30% e perciò ha tutto il diritto di chiamarsi “città internazionale”.

Oltre ad essere piazza finanziaria di importanza mondiale (con banche come UBS e Credit Swiss ed assicurazione come Swiss Re, Swiss Life e Zurich Financial Service) la città e i cantoni vicini attirano in particolare aziende multinazionali come Cisco Systems, Dow, Ecolab, Google, John Deere, Kraft Foods e Kühne & Nagel, che la scelgono come centro europeo. Negli ultimi anni Zurigo è diventata anche centro estremamente dinamico nelle “Life Sciences”. Aziende internazionali come Amgen, Baxter, Ecolab, Nobel Biocare, Novo Nordisk, Pfizer, Phonak, Synthes, Zimmer

und numerosi Startups nelle biotecnologie, nelle tecnologie mediche e nella farmaceutica dirigono leloro attività da qui oppure vi producono.

Il settore delle ICT è il terzo per importanza industriale e tra i cinque più grandi datori di lavoro della Svizzera. Aziende internazionali come Google, Cisco Systems, IBM, Siemens, Philips, Hewlett-Packard, TSystems, Sony Overseas, EDS hanno una sede nella Greater Zurich Area e sfruttano il clima d’eccellenza nell’innovazione e la ricerca.

Apertura verso l’Europa
In seguito ad accordi tra Svizzera e UE sulla libera circolazione delle persone, i cittadini comunitari non hanno più bisogno del permesso di lavoro. Questo ha aperto maggiormente il mercato del lavoro, per contratti di lavoro sia di breve che di lungo termine. Serve invece sempre un permesso di soggiorno che può essere richiesto anche online dal cantone in questione (per es.: per Zurigowww.arbeitserlaubnis.zh.ch).  Con la richiesta è necessario presentare un contratto di lavoro. I cittadini comunitari possono cercare lavoro in Svizzera per sei mesi senza bisogno di un permesso.

L’accordo Svizzera-UE prevede inoltre il reciproco riconoscimento dei titoli di studio, che dà il diritto di esercitare una professione regolamentata dallo Stato.  Prevede anche la coordinazione dei sistemi di previdenza sociale per gli stranieri espatriati in Svizzera.

Informazioni generali
Ente per il Turismo

Lavoro
http://ec.europa.eu/eures/: Sezione “Vita e lavoro” e “Cercare lavoro”
www.monster.chwww.stepstone.ch: Siti per ricerca di lavoro
www.area-lavoro.ch: Ufficio di collocamento svizzero
www.bankingjobs.ch: Settore bancario
www.baujob.ch: Settore edile
www.e-impresa.ch: Database e newsletter gratuiti con offerte di lavoro. In italiano.
www.gastrosuisse.ch: Sito dell’associazione albergatori e ristoratori. Contiene una sezione dedicata alle offerte di lavoro.
www.hoteljob.ch: Settore alberghiero
www.jobclick.chwww.jobs.chwww.jobwinner.chwww.jobpilot.ch: Offerte di lavoro in tutti i settori
www.jobfocus.ch: Professioni tecniche e dell’artigianato
www.Personal-Agenturen.ch: Portale di molte agenzie private di reclutamento
www.pharmastellen.ch: Settore farmaceutico
www.seco.admin.ch: SECO, amministrazione nazionale del lavoro
http://careers.roche.com/switzerlandwww.novartis.com/careers/: Siti delle note multinazionali farmaceutiche, dedicati al reclutamento.
www.ibm.com/employment/ch/www.motorolacareers.com,http://emeajobs.oracle.com/ : Siti di note multinazionali, dedicati al reclutamento.
http://mct.sbb.ch:  La società ferroviaria SBB cerca personale per vari settori: finanze e controlling, informatica, telecomunicazioni, ingegneria; professioni artigianali e tecniche, commerciali e amministrative, immobiliari, marketing e comunicazione, oltre che personale ferroviario di bordo, conducenti di locomotori e personale di manutenzione.

www.seco.admin.ch  SECO amministrazione nazionale del lavoro

www.jobfocus.ch   Professioni tecniche e dell’artigianato

>Stage presso Convalence
>Svizzera, meta possibile
>Breve presentazione