MEMOBUS 2016/2017

VIAGGIARE PER COMPRENDERE, MALGRADO TUTTO

Immagine incorporata 1

Il progetto “Memobus – Viaggiare per comprendere, malgrado tutto”, è ormai un appuntamento fisso e importante per molte scuole della regione. Infatti, sono ormai cinque anni che l’Associazione Quarantasettezeroquattro propone un progetto di approfondimento rivolto alle scuole superiori della Regione relativamente alla storia dei totalitarismi e della Shoah, con incontri, seminari, laboratori e un viaggio a Cracovia e Auschwitz-Birkenau che fin qui ha raccolto l’adesione di 600 studenti regionali. Edizione dopo edizione, Memobus si è rivelata un’iniziativa fondamentale sul piano educativo, per rispondere alla necessità di affrontare il tema della Shoah in maniera articolata e approfondita, senza legarlo unicamente alle sporadiche iniziative organizzate in occasione della Giornata della Memoria il 27 gennaio. L’intero progetto si fonda sull’idea che sia necessario superare l’impatto emotivo che la visita ai campi di sterminio può provocare nel visitatore affrontando un percorso di formazione e analisi che consenta di comprendere realmente come sia stato possibile pensare, progettare e mettere in atto lo sterminio sistematico della popolazione ebraica nell’Europa degli anni Quaranta.

Negli ultimi anni il progetto ha potuto godere del forte sostegno degli enti locali, e della Provincia di Gorizia in particolare, consentendo agli studenti coinvolti di partecipare al percorso educativo e al viaggio a condizioni economiche favorevoli, in modo da non escludere nessuno da un viaggio-studio che non può essere considerato alla stregua di una qualsiasi gita scolastica. Dopo la soppressione delle province e le recenti tornate elettorali, il progetto si trova in una fase di transizione. “Una transizione che speriamo si concluda in tempi brevi”, sostiene Alessandro Cattunar, storico dell’Università di Padova e presidente di Quarantasettezeroquattro, “consentendo al Memobus di diventare un progetto Regionale, sostenuto dalle principali istituzioni locali e dalle associazioni degli ex-deportati, e capace di coinvolgere un grande numero di scuole e studenti offrendo un percorso di qualità a tutti gli interessati”.

Già con l’edizione di quest’anno, “Memobus ” dimostra di lavorare in questa prospettiva inclusiva, coinvolgendo le sezioni ANED di Trieste e Pordenone e raccogliendo ilsostegno delle consulte degli studenti. Per l’anno scolastico 2016/2017, quindi, il progetto si rivolge alle classi terze, quarte e quinte delle scuole superiori della provincia di Gorizia, Trieste e Pordenone. Gli studenti e le classi interessate possono iscriversi entro il 19 dicembre seguendo compilando la modulistica scaricabile all’indirizzo www.quarantasettezeroquattro.it/portfolio/memobussuperiori/.

Tra gennaio e marzo si svolgeranno cinque incontri di formazione, con attività seminariali e laboratoriali sulla storia del fascismo e del nazismo, sulle radici dell’antisemitismo e sul percorso che ha portato dalla persecuzione dei diritti alla soppressione delle vite, con focus sul contesto regionale e sui processi di rielaborazione pubblica e individuale della memoria.

Il progetto coinvolgerà testimoni diretti dei fatti e vedrà il suo apice nel viaggio di formazione a Cracovia e ai campi di concentramento e sterminio di Auschwitz e Birkenau (periodo indicativo: 15-19 marzo 2017) a cui seguirà un percorso di riflessione e rielaborazione che potra sfociare in mostre e incontri pubblici.

Memobus è un progetto dell’associazione Quarantasettezeroquattro, in collaborazione con le sezioni ANED di Trieste e Pordenone e con il sostegno delle consulte degli studenti.

Per informazioni segreteria@quarantasettezeroquattro.it, cell. 338/1411435.

www.quarantasettezeroquattro.it